La Giornata Mondiale dell’Addivanamento e dello Svacco

2015/01/img_61711.jpg Se mai fosse istituita, la Giornata Mondiale dell’ Addivanamento e dello Svacco cadrebbe senza ombra di dubbio il primo di gennaio. Che tu abbia fatto nottata, o che sia andato a nanna presto per una qualunque ragione, non importa: al risveglio, il tuo fisico fatica a rispondere ai comandi indecisi della tua testa intorpidita. Dopo un po’ di tira e molla, di luci e ombre, di sogno o son desto, decidi di alzarti. Vestagliona, pantofolone ricevute a Natale, e cominci a trascinarti verso la cucina, ma…la snobbi! Non entri.. avverti quel noto stimolo lì sotto lo sterno, ma non sei ancora sicuro si tratti di fame. Oppure non sai ancora di quale tipo di fame si tratti… prendi tempo. Sfiori col fianco la porta della cucina con fare felino e compi il primo vero importante gesto della giornata (e dell’intero nuovo anno appena iniziato, ma non stiamo a sottilizzare..): accendi la TV. Ti appoggi al bracciolo del divano e La guardi, accesa su un canale qualunque. Attenzione, il momento è topico: ascoltando una voce festosa o leggendo in sovra impressione potresti capire che ore sono e allora sì, mettere a fuoco quella sensazione di cui sopra, quel languore prima snobbato, e quindi prendere la prima vera importante decisione della giornata: latteebbiscotti o mix di avanzi dal frigo?  tutto dipende dall’impatto visivo che offre il frigo appena aperto. Chiusa questa prima fase, alcuni riescono addirittura a darsi una sistemata, così, per decoro o per non sentirsi ripetere “vestiti! vestiti!” dalla propria mamma. A questo punto però, che indossiate un pijama o il più vecchio dei jeans, scatta la fase B: l’addivanamento. Telecomando alla mano, qui impera il vezzo del rito. Il primo gennaio hai voglia di vedere quel genere di film o trasmissione che sei abituato a vedere ogni primo dell’anno. Non si cambia. Io per esempio il primo gennaio vedo Disney. Mantengo una certa elasticità sui titoli, ma preferisco indubbiamente i vecchi film classici tipo “Pomi d’ottone e manici di scopa” o “Mary Poppins” o “Tutti insieme appassionatamente” che non è della Disney ma rientra a pieno nel mood. Questo è l’anno di “4 bassotti per un danese”, il Piccolo Esploratore lo adora! E se vi state chiedendo come sia possibile quanto scritto sopra con un bambino piccolo, beh, vi dico che le regole del primo dell’anno, proporzionate ed adeguate, valgono, magicamente, istintivamente, anche per i più piccoli. Loro adorano adattarsi ai tempi dei grandi e farsi guidare. La fase del dopo addivanamento, se arriva, presenta dei margini di possibilità più ampi che non credo valga la pena immortalare in un post. Certo è che ci si ritrova tutti quanti di fronte al grande bivio: tornare sociali o restare nel mood dello svacco. Ma non mi addentrerò in questa selva intricata! Ciao a tutti cari, la vita è un’estate! ;) Buon anno! /home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/51a/64083457/files/2015/01/img_6169.jpg

Annunci

6 thoughts on “La Giornata Mondiale dell’Addivanamento e dello Svacco

  1. Bellissimo post, mi è piaciuto un sacco e sottoscrivo su tutto!! Purtroppo oggi non ho potuto vivere la giornata mondiale dell’addivanamento. Ho dovuto sostituire il divano con la sedia della cucina per stare 5 ore a parlare con un mio amico depresso lasciato ieri dalla fidanzata.
    Mi rifarò l’anno prossimo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...