Italiani in Italia: Ugo Parodi Giusino e la sua Mosaicoon

Chi arriva a Palermo in aereo, atterra all’aeroporto Falcone-Borsellino e con l’automobile si immette nell’autostrada che costeggiando il mare conduce in città.
In un preciso punto di quell’autostrada dal lontano 23 maggio 1992 non si può fare a meno di chiudere gli occhi e chinare il capo un istante, in segno di raccoglimento, di rispetto, o forse per contenere un dolore troppo forte per potercisi permettere di ravvivarlo ogni volta. Per noi trentenni, siciliani soprattutto, è sempre stato così.
Qualcosa però sta cambiando o è già cambiato: proprio lì, sulla destra, tra Isola delle Femmine e lo svincolo per Capaci, troneggia da qualche tempo una nuova realtà:  MOSAICOON 
In quel tratto di strada, possiamo nuovamente alzare lo sguardo e mirare al futuro. Ai nostri figli che dai sedili posteriori ci chiederanno di cosa si tratta, racconteremo una storia di successo, di responsabilità, di rivalsa, di possibilità. MOSAICOON Shooting corporate_2402

D . Mosaicoon (alias) la Silicon Valley d’Italia: Ugo, te ne rendi conto?

R . Ricevere il premio come Best European Scaleup in Silicon Valley è un riconoscimento importante,   ma più che un traguardo è per noi l’inizio di un percorso frutto di tanto impegno, perseveranza e passione per un progetto in cui crediamo molto.
Ci siamo fatti da soli in sette anni. La nostra azienda mi emoziona ogni giorno, mi sprona a fare sempre meglio e a guardare più lontano: per me, Mosaicoon è sempre più piccola di quello che dovrebbe essere e se confrontata con le principali aziende in ambito tech a cui ci ispiriamo.

D . Le più avvincenti favole moderne si chiamano Start Up ed hanno tutte inizio all’interno di un qualche garage… non dev’essere un caso: cosa rappresentano questi garage? Cosa si smuove lì dentro?

R . Il garage è il punto di partenza, simbolo del fatto che ce l’abbiamo fatta con le nostre forze. Lanciare una startup in Sicilia non è facile, però il fatto di non avere niente intorno ti da, da una parte, grande libertà e slancio. Dove c’è un mercato del lavoro, si è portati ad adattarsi a quanto esiste, ma qui abbiamo creato noi le nostre regole, prendendo spunto da quello che vedevamo nel mondo o leggevamo su internet. E’ un po’, in piccolo ovviamente, quello che hanno fatto in Silicon Valley: lontani da Wall Street e dalla finanza hanno costruito un sistema basato su un modello nuovo.

MOSAICOON Shooting corporate_2043

D . Mosaicoon adesso è una azienda di successo conclamato, con circa un centinaio di dipendenti e diverse sedi nel mondo, ma il suo quartier generale rimane a Palermo. E’ ben visibile dall’autostrada, e guarda verso il mare. Quanto è importante per te essere rimasto nella tua terra d’origine?

R .  E’ molto importante, per noi la Sicilia è un punto di partenza, un simbolo ed uno stimolo al contempo, ma rende da alcuni punti di vista i processi molto più complessi. L’isolano di solito vede il mare come un limite. Oggi grazie al digitale quel limite non c’è più. Noi non facciamo altro che trasformare un limite in un potenziale, in ogni giorno della nostra attività e a partire da una grande risorsa: la tecnologia, che permette di superare qualsiasi barriera.

D. Puoi raccontarci di cosa vi occupate a Mosaicoon, qual’è la tua posizione al suo interno e come siete arrivati ad ottenere degli importanti riconoscimenti a livello europeo?

R . Mosaicoon è un’azienda tecnologica specializzata nella realizzazione di strategie video per top brand internazionali. Mosaicoon dà ai creativi di tutto il mondo l’occasione di proporre i propri progetti video e alle aziende di sceglierli, brandizzarli e pianificare facilmente campagne video con risultati garantiti. La rivoluzione di Mosaicoon si chiama Human Creativity Engine, un modello unico ispirato alla Sharing Economy che mette a reddito il potenziale creativo trasformandolo in un valore condiviso. Io sono fondatore e CEO dell’azienda.
Credo che per ottenere degli importanti riconoscimenti, specialmente nel nostro settore, sia fondamentale non solo avere la giusta visione, ma soprattutto essere competitivi in termini di unicità di prodotto, di sincronia rispetto al mercato e di risorse.

D. Il sogno dei nuovi ragazzini/e italiani, o forse europei, sarà quello di lavorare nella splendida sede di Isola delle Femmine. Nella spiaggia di Mondello la scorsa estate non si sentiva parlare d’altro! Le altalene, un agrumeto… Vuoi raccontarci cosa rende speciale il quartier generale di Mosaicoon, che è chiaramente specchio di una tua precisa politica aziendale?

R . Il nostro headquarter è un importante segnale di crescita dell’azienda, manifestazione di una cultura aziendale che valorizza la qualità della vita lavorativa dei nostri dipendenti. Ispirandoci ai più noti modelli di smart working della Silicon Valley abbiamo voluto realizzare un progetto unico – recentemente premiato da Inc. come uno dei sei uffici più cool d’Europa – in cui l’organizzazione degli spazi, la collocazione geografica e le facilities creano una miscela esclusiva. Tutti segnali che denotano un forte investimento sulle nostre risorse e sulla Sicilia in genere, come terra in cui ritornare a fare impresa ed in cui attirare talenti da tutto il mondo.

MOSAICOON Shooting corporate_2479 (1)

MOSAICOON Shooting corporate_2424

Ugo ti ringrazio per aver accettato di far parte di questo progetto, Italiani in Italia, che per mezzo di interviste, partendo da esempi concreti, persegue l’obiettivo di incoraggiare gli italiani a restare, a puntare sulle proprie competenze, sulla propria italianità, resistendo alla tentazione di emigrare per cercare all’estero miglior fortuna. Sperando che questa intervista possa servire da sprone a molti, non posso che fare a te i miei complimenti ed augurare a tutta la squadra che ti supporta  un chiaro e forte Buon Lavoro! In bocca al lupo per tutto!

Nicoletta

Saluto invece voi cari e attenti lettori, affezionati a questo progetto, con uno dei viral video di Mosaicoon che ha fatto il giro del web solleticando le migliori emozioni di noi siciliani e non solo… Che ne dite?
Ciao,
a presto!

Video: A glass of Sicily                                                                             www.mosaicoon.it

Le altre interviste Italiani in Italia:
Italiani in Italia: Patrizia Volonghi, imprenditrice di successo
Italiani in Italia: Gaia e Roma, la Città che crea dipendenza
Italiani in Italia: Gabriele Dorme Poco
Italiani in Italia: Studio83 (onestà e competenza nel mondo dell’editing)
Italiani in Italia: Serena e Le Pensierose
Italiani in Italia: Kyakodesign e l’arte della grafica

Annunci

6 thoughts on “Italiani in Italia: Ugo Parodi Giusino e la sua Mosaicoon

  1. Pingback: Italiani in Italia: Patrizia Volonghi, imprenditrice di successo – Monticiana

  2. Pingback: Italiani in Italia: Serena e Le Pensierose – Monticiana

  3. Pingback: Italiani in Italia: Gaia e Roma, la Città che crea dipendenza – Monticiana

  4. Pingback: Italiani in Italia: Gabriele Dorme Poco – Monticiana

  5. Pingback: Italiani in Italia: Studio83 (onestà e competenza nel mondo dell’editing) – Monticiana

  6. Pingback: Italiani in Italia: Kyakodesign e l’arte della grafica – Monticiana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...