La vita è un’estate

A quanti di voi mi chiedono e si domandano cosa voglia dire, infondo, “la vita è un’estate” rispondo volentieri condividendo il mio personalissimo pensiero secondo cui la stagione estiva rappresenta la sintesi perfetta di una vita.
Una grande esplosione dei sensi e grosse sudate; succosissima frutta e terreni crepati per la siccità; trionfo di colori e paglia secca, lunghe corse gioiose e poi tanta sete; divertimento sfrenato e compiti per le vacanze, cose belle e cose brutte. È la vita. E’ così. In questo modo mi ricordo che ci sono cose che vanno prese meno sul serio, mentre altre, importanti o difficili da accettare, si può trovare il modo di trattarle con un velo di leggerezza o perlomeno, il pensiero dell’estate mi aiuta a non tralasciare le cose o le persone belle che rimangono attorno e continuano ad esserci, nonostante un fatto brutto abbia suonato al campanello.
Spero che la spiegazione sia stata esaustiva e non vi abbia deluso e che condividiate questa mia convinzione. Pensateci… scrivetevelo da qualche parte… mettetevelo nel portafogli…

Coraggio,
la vita è un’estate. :)

Annunci
Figlia felice, moglie devota, madre meravigliata.

Figlia felice, moglie devota, madre meravigliata.

Ho aperto questo blog per praticità, una sera in cui il Grande Esploratore,  si trovava ahimè già a Burgas tutto solo in cerca di una sistemazione ideale per tutti e tre. Pensai che il mio solito annuale quadernetto nero, tra pannolini, pappe, blob multicors e moccioletti altalenanti, avrebbe presto fatto una brutta fine e curarlo come ero solita fare negli anni passati mi sembrava una velleità che non avrei potuto permettermi nei mesi a venire.
Certo, due righe, ogni tanto, dovevo pur scriverle…
E allora chiamo la mia amica Giulia che mi consiglia di aprire il blog su wordpress. L’ennesimo illuminante consiglio di Giulia.
Poi il Piccolo Esploratore ha dimostrato di essere uno a posto. Ritmi regolari e costanti; sorridente e autonomo, nel suo piccolo-piccolissimo-cicciotto-cicciottissimo mezzo metro scarso, e allora è accaduto che ho scritto più spesso di quanto avrei immaginato.
Ed è accaduto che ho parlato del blog agli amici, perché scrivere non mi bastava, avevo bisogno di confrontarmi. Ed alcuni si sono appassionati ed hanno riso, gioito e patito con me, mentre altri, comprensibilmente, se ne sono dimenticati.
Ed è accaduto che persone nuove si siano appassionate a queste storie di tre espatriati gioiosi e malinconici, forti perché uniti, in questa terra lontana e sconosciuta ai più.
Ed è accaduto che Continua a leggere

Buone feste!

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/51a/64083457/files/2014/12/img_6091.jpg
Un mondo di auguri di buone feste a voi, cari amici siciliani, romani, bulgari, americani, svizzeri. Residenti in Italia e in giro per tutto il mondo. A voi che mi avete accompagnato con affetto anche, ma non solo, leggendo il blog – la mia piantina – nel corso di questo anno speciale, nonostante la fretta e l’incessante accumulo di cose da fare che ormai, si sa, caratterizza il nostro tempo! Che siano per tutti feste sobrie e calorose. A presto con altre annotazioni, più o meno argomentate, se Dio vuole!
La vita è un’estate!
Nico

Grafica: kyakodesign, of cours! :)

Rosa Femmina Azzurro Maschio

Rosa Femmina Azzurro Maschio

Questa mattina, molto presto, mug in mano, invece di continuare a clickare con distacco e chiudere, mi son fermata a leggere questo articolo. Parla di stereotipi affibbiati ai bambini. E’ scritto da un papà. Offre spunti interessanti.
http://fieldnotesfromfatherhood.com/2014/12/03/the-pink-section-what-our-toy-stores-are-telling-our-children/
Quello che so, è che i bambini ad 1 anno prendono decisioni secondo ragioni tutte loro, meravigliose ed inspiegabili al contempo: Continua a leggere

La piccola Bulgaria

La piccola Bulgaria

In un grande spazio espositivo, qui a Burgas, è stato messo in mostra quanto di più bello si può trovare in giro per la Bulgaria. La maggior parte dei monumenti fotografati si trova a Sophia.  Poi c’è Plovdiv, con il suo teatro romano, Velico Tarnovo, la vecchia capitale, Nessebar, sito archeologico patrimonio dell’UNESCO, antichi monasteri isolati…
Il tutto, miniaturizzato ad arte.
Per voi, che mi seguite con affetto da quando ci siamo trasferiti, ho immortalato tutto ciò che era concesso fotografare. Ero con un’amica, ci siamo divertite. I bambini si meravigliavano quando premendo un tasto si illuminava il monumento selezionato. Chissà che per le feste  ormai alle porte non vi venga voglia di fare un giro da queste parti! Consideratelo se non temete il freddo; se non avete voglia di spendere molto, ma non resistete alla tentazione di visitare un posto nuovo (prima degli altri) e, soprattutto, se amate girare per mercatini natalizi tenendo tra le mani sfogliatelle al formaggio (banitse) ed un caldo bicchiere di vin brulè o rakia (un liquore locale, per i più duri).
Date pure un’occhiata alle immagini… Continua a leggere

Madagascar, il cartoon movie

Madagascar, il cartoon movie

Buonasera cari,
Vi dico una cosa al volo:
Madagascar è un cartone animato adatto persino ai più piccoli. Pulito, senza cattivoni esagerati, colori nitidi e ben distinti. Belle immagini della natura. I più piccoli guardandolo mentre giocano con i loro pupazzi si divertono a riconoscere gli animali!
Il nostro preferito?
(L)eone, naturalmente! Continua a leggere