Ma le stelle quante sono?  (di sogni e non-violenza)

Ma le stelle quante sono? (di sogni e non-violenza)

Samantha Cristoforetti, Capitano dell’areonautica militare, Astronauta, ingegnere, donna, italiana, classe ’77, è partita per la missione spaziale “Futura”.
Nella notte tra domenica 23 e lunedì 24 novembre è approdata con successo sulla Stazione Spaziale Internazionale. La stessa che pochi mesi fa ospitava il Maggiore Luca Parmitano, altra eccellenza italiana. Sarà perchè in famiglia abbiamo sempre vissuto con naturalezza il profondo rispetto per le istituzioni e per le divise, sarà perché quando si vive all’estero ci si sente emotivamente più attaccati alle proprie origini…fatto sta che ho seguito il momento del lancio con tensione positiva e, non vi nascondo, ho provato una forte emozione. Immagino che un evento importante come questo abbia coinvolto molti di voi.
Immagino il Capitano Samantha Cristoforetti fluttuare in orbita, intuisco vagamente il senso profondo di responsabilità che starà covando dentro di sè, il livello di concentrazione che dovrà tenere, la preparazione ottenuta grazie ad un rigido training durato mesi.
Sono sicura però che, prima di riposare, ogni tanto, accosterà il viso all’oblò della ISS per godere del panorama. La immagino tirare un sospiro e fermarsi a guardare le stelle, forte di quella tranquillità interiore che si ha quando si è raggiunto un obbiettivo, quando si è realizzato un sogno.

Oggi, 25 novembre, Continua a leggere

Annunci
Bulgaria: Lazur, il quartiere popolare di Burgas.

Bulgaria: Lazur, il quartiere popolare di Burgas.

Ciao a tutti!
Sapete, Burgas è una piccola cittadina…
esiste un punto, nel cuore del centro abitato in cui si incrociano due strade che dividono in tre parti la città: centro storico da una parte, verso l’interno; nuovo quartiere residenziale di lusso a specchio sul mare lato destro; vecchio quartiere popolare Lazur a specchio sul mare lato sinistro. Mi fa piacere mostrarvi, con delle immagini scattate da me, che scatto foto in modo del tutto amatoriale, il quartiere popolare di Burgas, che inizia e si sviluppa alle spalle della zona in cui abitiamo noi.
Passeggiare nel cuore del Lazur può riservare qualche piacevole sorpresa. Continua a leggere

Monticiana on-air per radio Capital

Monticiana on-air per radio Capital

Ciao cari,

potrete ascoltare Monticiana su radio Capital, sabato 22 novembre dalle ore 12.00, nel corso della trasmissione Capital in the walkman, per una chiacchierata con Doris Zaccone sul tema Mar Nero!

Buon ascolto,

per amore e per sor-ridere!

Continua a leggere

Radio Monticiana: L’immenso in due note

Radio Monticiana: L’immenso in due note

Un insolito silenzio persisteva in casa questa mattina. Quel silenzio così profondo che i tuoi timpani, per suggerirti che non stai sognando, arrivano a cogliere il ronzio del frigorifero. Il tutto, a far da spalla alla fitta nebbia che ormai da giorni risiede tra le nostre finestre e gli affacci del palazzo di fronte. Credo che a questo punto le avranno assegnato un numero civico. Mentre realizzavo questo, preparavo il mio caffelatte ed accendevo il pc. Ansa, Corriere, mail, le notifiche sul blog… Cercavo per un’amica il link per acquistare un seggiolone di stoffa portatile. Lo ha ricevuto in regalo il mio Piccolo Esploratore. Per noi che viaggiamo tanto si è rivelato essere un accessorio fondamentale. Chissà da quale pagina aperta e poi scavalcata, parte un audiovideo. Una sola nota, forse due, per riconoscere questa canzone.  Continua a leggere

Autunno e bon ton, questi sconosciuti!

Autunno e bon ton, questi sconosciuti!

Cari amici, ciao! a tutti!
Allora, vi dico una cosa: se è autunno ed avete appena compiuto un anno, non ve la passate benissimo. Innanzi tutto dovete rassegnarvi all’idea che per andare in giro, ma anche in casa, ci si veste. E, sì, bisogna mettersi le scarpe. Perché l’ erba è umida e l’asfalto è freddo e fangoso.
No, non bastano i calzini. In casa si può pensare a degli antiscivolo, se proprio insistete, ma fuori no. E vi tocca pure mettere una giacca a vento, se vivete in un posto dove le mezze stagioni ancora esistono. Qui a Burgas per esempio tira un vento freddo che in Italia ce lo sogniamo.
Ma le torture non finiscono qui!

Continua a leggere

Pillola#139 – Malala Yousafzai

Fools Journal

Malala Yousafzai

“Cari amici, il 9 ottobre 2012, i talebani mi hanno sparato sul lato sinistro della fronte.Hanno sparato ai miei amici, anche. Pensavano che i proiettili ci avrebbero messi a tacere, ma hanno fallito. Anzi, dal silenzio sono spuntate migliaia di voci. I terroristi pensavano di cambiare i miei obiettivi e fermare le mie ambizioni. Ma nulla è cambiato nella mia vita, tranne questo: debolezza, paura e disperazione sono morte; forza, energia e coraggio sono nati. Io sono la stessa Malala. Le mie ambizioni sono le stesse. Le mie speranze sono le stesse. E i miei sogni sono gli stessi.” – Malala Yousafzai (Premio Nobel per la Pace 2014)

View original post