#nonunadimeno: io sono per la DIGNITà

#nonunadimeno: io sono per la DIGNITà

Denominata da tutti la “festa della donna”, quella che come tutti sapete cade per l’8 di marzo, secondo i documenti ufficiali dell’ONU ha da sempre una connotazione più seria, questa ricorrenza é infatti attestata come la

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA.

L’8 marzo di questo 2017 appena iniziato si distinguerà da tutti quelli passati perché per la prima volta le Donne di tutto il mondo non festeggiano. Quest’anno le Donne di 40 paesi del mondo, nel giorno loro dedicato Continua a leggere

Annunci
Ma le stelle quante sono?  (di sogni e non-violenza)

Ma le stelle quante sono? (di sogni e non-violenza)

Samantha Cristoforetti, Capitano dell’areonautica militare, Astronauta, ingegnere, donna, italiana, classe ’77, è partita per la missione spaziale “Futura”.
Nella notte tra domenica 23 e lunedì 24 novembre è approdata con successo sulla Stazione Spaziale Internazionale. La stessa che pochi mesi fa ospitava il Maggiore Luca Parmitano, altra eccellenza italiana. Sarà perchè in famiglia abbiamo sempre vissuto con naturalezza il profondo rispetto per le istituzioni e per le divise, sarà perché quando si vive all’estero ci si sente emotivamente più attaccati alle proprie origini…fatto sta che ho seguito il momento del lancio con tensione positiva e, non vi nascondo, ho provato una forte emozione. Immagino che un evento importante come questo abbia coinvolto molti di voi.
Immagino il Capitano Samantha Cristoforetti fluttuare in orbita, intuisco vagamente il senso profondo di responsabilità che starà covando dentro di sè, il livello di concentrazione che dovrà tenere, la preparazione ottenuta grazie ad un rigido training durato mesi.
Sono sicura però che, prima di riposare, ogni tanto, accosterà il viso all’oblò della ISS per godere del panorama. La immagino tirare un sospiro e fermarsi a guardare le stelle, forte di quella tranquillità interiore che si ha quando si è raggiunto un obbiettivo, quando si è realizzato un sogno.

Oggi, 25 novembre, Continua a leggere

Esprimo un desiderio

Le prime luci del mattino, una tazza di latte bollente e questo pc: è un buongiorno!

Non pensavo di scrivere qualcosa proprio oggi… poi apro il giornale e mi balena davanti agli occhi l’ennesimo articolo di denuncia sull’uso improprio che le donne fanno della chirurgia estetica in ogni parte del mondo (http://d.repubblica.it/beauty/2014/03/24/foto/chirurgia_errori_corpo_donna_fotografa_sudcoreana_ji_yeo2065153/6/C#share-top ).

20140325-165827.jpgL’articolo si riferisce ad un episodio accaduto in Corea del Sud, ma le donne italiane non sono da meno: lo sappiamo.

Qui in Bulgaria, la chirurgia estetica è diventata una questione di status sociale – se non puoi farti un ritocchino non sei nessuno: “quindi, per favore, caro chirurgo, che si noti almeno un pochino, con quello che spendo!”

Il tema è vasto, complesso e molto delicato; non pretendo certo di risolverlo io, adesso, qui, mentre faccio colazione.. scriverne però servirà a focalizzare uno spunto di riflessione.

Le donne sono tutte belle! già solo per la semplice circostanza fortunata (fatemelo dire!) di essere nate donne. Ma quando lo capiremo tutte?! quando sarà concesso allo spirito femminile di vivere serenamente la propria forma nel proprio tempo, godendo a pieno della propria vita? Continua a leggere