Giardinaggio e dintorni

Giardinaggio e dintorni

Riacquisire periodicamente il contatto con la natura, giova a corpo e spirito. In una tiepida giornata di aprile, prendersi cura delle proprie piante, stancare le braccia, sporcarsi di terra, accumulare ossigeno, usare le mani, farsi sfuggire qualche risata… E’ questo probabilmente il modo migliore per scrollarsi di dosso malumori e tensioni accatastate nei mesi freddi. Per pensare. Per non pensare affatto. Per essere felici.
In un quadernetto di annotazioni, poi pubblicato con il titolo “Scritto in un giardinoMarguerite Yourcenar scrive:

“Le radici affondate nel suolo,
i rami che proteggono i giochi degli
scoiattoli, i rivi e il cinguettio degli
uccelli; l’ombra per gli animali e gli
uomini; il capo in pieno cielo.
Conosci un modo più saggio
di esistere?”

Continua a leggere

Entusiasmi pasquali

Entusiasmi pasquali

Alle 7.30 di questo mattino – giovedì 13 aprile 2017 – sono cominciate ufficialmente, con elevato carico di entusiasmo, e cielo uggioso d’ordinanza, le vacanze di Pasqua. Solidarietà alle mamme! Riscopriremo un’ingegnosità e una creatività che non sapevamo di avere (E di cui abbiamo fatto serenamente a meno per tanti anni… ma non è il momento di andare per il sottile).  Continua a leggere

Di notti insonni, di galassie e di vecchi materassi di campagna

Di notti insonni, di galassie e di vecchi materassi di campagna

Talvolta di notte si vorrebbe tornare bambini, aprire la porta della stanza, trovarvi per magia il lettone dei genitori, e sentirsi come fosse sempre stato lì, infilarsi quatti quatti senza disturbare dal lato dei piedi e appollaiarsi in fondo e sì, dormire e fare bei sogni. Di stelle, vie lattee, unicorni e pianeti a forma di cuore. Continua a leggere

Una giornata all’ EXPO Milano 2015

Una giornata all’ EXPO Milano 2015

Ciao a tutti!

sapete? siamo stati all’Expo! E devo dire che ne è valsa la pena.

Prima di partire ho cercato informazioni su web e cartaceo per capire di cosa si trattasse effettivamente, quanto e cosa valesse davvero la pena vedere, che tipo di biglietto comprare e quanti giorni dedicarvi. Vi dirò, pur avendo letto tanto, non ero riuscita a farmi un’idea precisa. Questo perché L’Expo Milano 2015 occupa uno spazio molto ampio e così denso di ogni forma di informazione ed esperienza che una volta entrati non resta che orientarsi con la propria mappa, e dirigersi verso i padiglioni assecondando le proprie curiosità.

Continua a leggere

Burgas: cosa lascio, cosa porto via con me

20140326-154538.jpg

Cari amici, è sempre più concreta l’ipotesi del nostro rientro in Italia.
Qualche settimana, cinque o sei scatoloni e un paio di aerei per tornare nella nostra città. sarà bello ma non manca qualche pensiero. Stilerò qualche lista che mi aiuti a mettere bene a fuoco l’esperienza che ci porteremo dietro. Potrebbe tornarmi utile un domani, se ci sposteremo ancora oppure resterà solo un pagina di questo diario da sfogliare ogni tanto.
Dunque, spero non me ne vorrete se vi tedierò con qualche elenco nei giorni a venire, a cominciare da questi:

Continua a leggere

Into the Woods: be careful what you wish for

In lingua originale, è uscito nelle sale bulgare lo scorso inverno. In Italia sarà godibile dal 2 aprile. Mi stupisce che la Disney abbia voluto lanciare questo film in tono minore e così poco tempo dopo l’insistente promozione di Cenerentola.910fcb3d-4433-4017-8fda-6b829a6dbe4f Vi sto parlando di un paio d’ore o qualcosa in più di pura atmosfera Disney da respirare a pieni polmoni. Da ascoltare ad occhi chiusi, da guardare una seconda volta in silence per non perdere un solo dettaglio della scenografia ed infine, rivederlo ancora una volta con tutti gli organi sensoriali protesi ad assorbirlo completamente!  Continua a leggere

DIY: colorando salveremo il mondo?

Monticiana. Per amore e per ridere

Il progetto è ambizioso, me ne rendo conto!
Giochini a parte, l’idea di combinare divertimento, educazione, stimolo artistico, esercizio di concentrazione, studio dei colori e delle loro combinazioni ed un po’ di ecologia mi fa impazzire e sono quasi sicura che questo lavoretto faidate piacerà anche voi. E’ adatto ai bambini, ma non escluderei che, personalizzato nel modo giusto ed elaborato, non possa essere una buona idea anche per la casa o la stanza o il garage di qualche adulto qui in ascolto! Continua a leggere