I fiori di Nico: Bocche di Leone

I fiori di Nico: Bocche di Leone

Le Bocche di Leone, in latino Antirrhinum majus, sono fiori alti circa mezzo metro. Hanno diverse foglie lanceolate lungo lo stelo e, non ci crederete, appartengono alla categoria delle erbe selvatiche, come le ortiche – per intenderci – ma di tutt’altra foggia. Continua a leggere

Annunci
Ninnoli natalizi

Ninnoli natalizi

Dunque, l’assunto è uno e uno solo: se fosse una gara, la nonna vincerebbe. Sempre. :)

Dopo aver accettato anche per questo Natale l’unica, chiara e semplice regola generale vigente ormai da che ho memoria, tutto il resto è, come dire, in discesa! facciamo partire una bella playlist natalizia di quelle classiche e andiamo avanti con questo post tutto ninnoli e profumo di arancia e cannella!

img_9899 Continua a leggere

Burgas: cosa lascio, cosa porto via con me

20140326-154538.jpg

Cari amici, è sempre più concreta l’ipotesi del nostro rientro in Italia.
Qualche settimana, cinque o sei scatoloni e un paio di aerei per tornare nella nostra città. sarà bello ma non manca qualche pensiero. Stilerò qualche lista che mi aiuti a mettere bene a fuoco l’esperienza che ci porteremo dietro. Potrebbe tornarmi utile un domani, se ci sposteremo ancora oppure resterà solo un pagina di questo diario da sfogliare ogni tanto.
Dunque, spero non me ne vorrete se vi tedierò con qualche elenco nei giorni a venire, a cominciare da questi:

Continua a leggere

DIY: colorando salveremo il mondo?

Monticiana. Per amore e per ridere

Il progetto è ambizioso, me ne rendo conto!
Giochini a parte, l’idea di combinare divertimento, educazione, stimolo artistico, esercizio di concentrazione, studio dei colori e delle loro combinazioni ed un po’ di ecologia mi fa impazzire e sono quasi sicura che questo lavoretto faidate piacerà anche voi. E’ adatto ai bambini, ma non escluderei che, personalizzato nel modo giusto ed elaborato, non possa essere una buona idea anche per la casa o la stanza o il garage di qualche adulto qui in ascolto! Continua a leggere

Roma, si torna. Per un po’.

Roma, si torna. Per un po’.

Buongiorno a tutti voi cari che passate sempre, talvolta, solo oggi per sbaglio, per questi lidi monticiani temporaneamente delocalizzati. Caso vuole che questo sia il mio cinquantesimo post. Sono contenta.
Ad ogni modo, oggi è un buongiorno! Il sole splende alto nel cielo, il Galletto ha cantato presto, ma non prima della sua chioccia! E la giornata è dedicata alla preparazione di valigie, pappe, conteggio dei pannolini, bagnetto, parrucchiere (beh, scusate..) pranzo a sacco per la traversata, controllo dei documenti.. si! Domani si torna a respirare, per qualche prezioso giorno, la buona aria della suburra. Si torna a calpestare l’erba fresca di villa Borghese. Si torna ad abbracciare braccia amiche. Si torna a prendere il caffè dalla signora Nunzia, centenaria, che lo serve, nel cuore del colle oppio, da tempi immemori. 35 gradi, un po’ di umidità e il sole alto sul colosseo che dipinge Roma di quella luce inconfondibile.

Continua a leggere