Italiani in Italia: Patrizia Volonghi, imprenditrice di successo

Italiani in Italia: Patrizia Volonghi, imprenditrice di successo

Questo nuovo appuntamento con “Italiani in Italia” la rubrica che racconta di chi trova realizzazione in Italia, senza cedere alla tentazione di emigrare rinunciando alle proprie radici, vede come protagonista d’eccezione una giovane imprenditrice che avendo girato il mondo per business ci conferma che creatività, intraprendenza, talento e flessibilità – caratteristiche storicamente attribuite agli italiani dagli stranieri – siano ancora oggi il nostro tratto distintivo: un unicum a livello globale.
Se questo è vero e se possiamo credere a quanto dicono gli analisti di storia contemporanea, che sia da considerarsi concluso il periodo di crisi, in favore di una nuova fase di confusione in cui il nostro destino è rimesso all’inventiva, al coraggio e all’ingegnosità di ciascuno, ebbene, forse questo è il nostro tempo. Pensiamoci!
Conosciamo meglio Patrizia: Continua a leggere

Solstizio d’Estate

20140620-105000-39000331.jpg

Che parola stizzosa…solstizio! Eppure è proprio così che si chiama, in Italia, il primo giorno d’estate. Mio figlio è nato, facendosi attendere, per l’equinozio d’autunno. Così dal quel giorno, ogni volta che la stagione cambia mi ci soffermo un pochino di più.

Estate.

Trentacinque gradi, un po’ di umidità, il phon pensionato nell’armadietto, i ricci prepotenti, l’aspetto luminoso, la pelle ambrata, i sandali, lo smalto celeste, l’aria calda, i gelati, i parei, i colori chiari, la frutta fresca, il pizzo sangallo, il bianco, la luce, gli oggetti in gomma, le insalate, l’acqua, gli schizzi, le fontane, la sete, le perline colorate, la crema solare, le fette d’anguria,

Continua a leggere

Bulgaria: Kazan Lak e la festa per la raccolta delle rose

Bulgaria: Kazan Lak e la festa per la raccolta delle rose

Lo scorso fine settimana, qui in Bulgaria, si è festeggiata, secondo tradizione, la raccolta delle rose. Questo appuntamento annuale è molto sentito dagli abitanti di queste terre che della coltivazione di romanticissimi fiori di rara bellezza e dell’estrazione dell’essenza sprigionata da ogni singolo petalo, hanno fatto baluardo nazionale oltre che giusto vanto a livello internazionale.

Il sabato mattina, molto presto, avremmo potuto assistere e partecipare in prima persona alla raccolta tra i profumatissimi filari, ma abbiamo pensato che sperderci in una campagna ancora sconosciuta, lontana da centri civili, con quel caldo, per il piccolo esploratore sarebbe stato uno sforzo eccessivo. Forse in questo caso abbiamo dato sfogo  a quella apprensività genitoriale che da circa nove mesi ci sta col fiato sul collo e che solo un genitore può sapere quanto è faticoso governarla e gestirla con razionalità. Spesso la vinciamo, e ne siamo contenti. E lui risponde sempre bene. Talvolta, complice un po’ di stanchezza, cediamo: ci preoccupiamo ed evitiamo. Senza rimpianti.

Ad ogni modo, la possibilità di partecipare a questo rituale, io ve la segnalo! Nel caso vi troviate a venire in Bulgaria in questo periodo dell’anno. I racconti di amici che hanno portato a casa sacchi di petali sono stati esilaranti!

Continua a leggere

Istruzioni per l’uso!

Immagine

Cari, dopo circa tre mesi dall’apertura di questo blog ed in seguito ai suggerimenti e alle domande tecniche dei più assidui tra voi, sono riuscita a ritagliare un pochino di tempo e a giocare con le impostazioni. Complice il fatto che il Giovin Signore, dopo tre anomale notti insonni e l’arrivo dell’atteso primo dentino, questa mattina si è svegliato con più comodo.

Il risultato è che finalmente trovato il modo per consentirvi di lasciare qualche commento, saluto, messaggino in calce ai miei post.

Non c’è bisogno di dire che trovare segnali del vostro passaggio per questi lidi mi fa sempre molto piacere. Mail, messaggini, e videochiamate a parte..

REGOLE:

  •  cliccare sul titolo del post
  •  scorrere la pagina fino alla fine
  •  scrivere all’interno del riquadro denominato “rispondi”
  •  inserire il proprio indirizzo mail e il proprio nome nei 2 piccoli riquadri che troverete a seguire
  •  cliccare su “commento all’articolo”

ndr: la prima volta vi chiederanno una veloce registrazione al blog mediante l’inserimento di mail e nome, dati che probabilmente ritroverete in automatico già inseriti già al secondo commento e successivi che vorrete inviare.

Fatemi sapere se funziona. Ci conto!

Vi mando un abbraccio!

ps: istruzioni per sintomi da primi dentini?!

 

Bulgaria: Морска градина, Morska gradina (ovvero) sea garden, il giardino del mare.

Bulgaria: Морска градина, Morska gradina (ovvero) sea garden, il giardino del mare.

 20140418-145051.jpg

Ridendo e scherzando, tra differenze, congruenze, affetti e diffidenze, viviamo a Burgas da 2 mesi oggi.

Ci tengo a sottolineare questo piccolo traguardo raccontandovi del giardino del mare, il grande parco che ci ha accolto fin dal primo giorno, quando proprio non sapevamo dove andare o dopo quanto tempo mai avremmo potuto augurare un “buongiorno!” a qualcuno.

Il parco di Burgas è enorme. Abbraccia tutta la città e ne ospita i cittadini, i turisti, gli habituè del fine settimana, i ricchi, i poverissimi, soli e con la famiglia, gli sportivi, i panchinari/lagnusi (i dialetti spesso rendono meglio l’idea), giovani, anziani, venditori di pollanche (!!), di zucchero filato e di cianfrusaglie.

Ma soprattutto custodisce un segreto: se ti addentri, passeggiando passeggiando, dopo qualche centinaia di metri trovi …il mare! una spiaggia lunghissima che si sviluppa verso destra e verso sinistra a perdita d’occhio. Certo, il mar nero non è bello come il mediterraneo, però brilla allo stesso modo! E l’idea di poter vedere il mare ogni giorno mi ha conquistata. E l’idea che Gabriele potesse crescere respirando aria di mare per tutto il suo primo anno di vita, mi ha conquistata ancora di più.

Il Sea Garden.

Pensate che, Continua a leggere