Roma

Roma

Roma la ami. La ami e la odi. Perché vorresti amarla di meno. Non amarla affatto. Mollarla, andare via. In un piccolo centro. A misura d’uomo. Trasferirti. Altrove.
E invece resti. Ne sei coinvolto. Resisti. Irretito da quella sensazione forte di presenza nella Storia che solo essa infonde.
A Roma, stai. Ci sei, ci sei stato, ci sarai. Ti senti padrone del Tempo, mentre la vita ti sfuma tra le dita, tra l’attesa di un bus, di un parcheggio, di un’udienza, del tuo turno alla cassa, del tuo posto nel mondo. La luce filtra attraverso le chiome dei pini. Sorridi. Pensi ad una benedizione superiore. Innata attitudine dell’Eterna all’arte cinematografica.
Nel mitologico incanto passeggi, ti perdi. Scordi il disincanto, ti riconcili al suo cospetto.
Continua a leggere

Annunci